Fave e cicorie by italiahomestay!

Cari amici,

per godere al meglio della cucina pugliese, oggi vi proponiamo la ricetta di un tipico piatto realizzato durante la lezione di cucina firmata italiahomestay: fave e cicorie.

Questo piatto vanta origini antichissime! Persino Aristofane narra che se ne cibasse Ercole tra una fatica e l’altra per il valore energetico.

Le fave, ingrediente principale di questo piatto povero della tradizione contadina, rappresentava fino a non molti anni fa, la base dell’alimentazione delle classi sociali meno privilegiate; mentre oggi sono diventate una prelibatezza gastronomica.

Ecco a voi la ricetta by italiahomestay:

FAVE E CICORIE PER 4 PERSONE:

  • E’ necessario che 120 gr di fave secche cuociano per un’ora in acqua tiepida e nel frattempo pulire e affettare grossolanamente 6 patate abbastanza grosse.
  • Ci serve o una pentola di alluminio ( non di acciaio ) o una ” pignata ” ( pentola di ceramica ) se si preferisce la cottura sui carboni e, dopo aver messo acqua, sale quanto basta, portare a cottura fave e patate a fuoco medio, per circa 1 ora.
  • E’ opportuno girare il composto con un cucchiaio di legno, fino al completo assorbimento dell’acqua, per ottenere così la famosa ” purea” e, contemporaneamente, unire 150 cl di olio extravergine di oliva.

  • Dopo aver lessato le cicorie, bisogna servire il piatto caldo e sarà squisito e saporito!

E’ possibile, anche, variare i condimenti e aggiungere: peperoni fritti con pomodori, olive nere e cipolle, uva ecc.

A italihomestay non resta che augurare a tutti voi…buon appetito!

Dear friends,

to enjoy the best cuisine of Puglia, today we offer a recipe for a typical dish made during the cooking class signed italiahomestay: fave and cicorie.
This dish has ancient origins! Even Aristophanes says that Hercules ate it between a struggle and the other for the energy value.

The fave, the main ingredient of this  poor peasant traditional dish, was until a few years ago, the staple food for the less privileged social classes, but today have become a delicacy.

Here’s the recipe by italiahomestay:

FAVE AND CICORIE FOR 4 PEOPLE:

  • You should have 120 grams of dried fave to cook for an hour in warm water and in the meantime, clean and slice 6 large potatoes.
  • We need a pan either made of aluminum (not steel) or a “pignata” (ceramic pot) if you prefer cooking over charcoal and, after putting water, salt to taste, cook fave and potatoes over medium heat, for about 1 hour.
  • You should turn the mixture with a  wooden spoon, until the complete absorption, so you have the famous “purea” and, at the same time, add 150 cl of olive oil.
  • After having boiled chicory, you should serve  hot dish and it will be delicious and tasty!

It can, too, vary the seasonings and add: peppers fried with tomatoes, black olives and onions, grapes and so forth..

 Italihomestay wish to all of you … buon appetito!

da italiahomestay, Villa Castelli (Brindisi), Puglia (Italia).

Italiahomestay presenta: Otranto e la sua storia!

Italiahomestay, dopo una piacevole gita svolta il 6 Settembre 2012, è lieta di presentare ai suoi amici lettori un breve excursus storico, accompagnato da bellissime foto su una bellissima cittadina del Salento: Otranto.

Conosciuta come punta più a Oriente dell’italia, qui il Mar Ionio e il mar Adriatico si separano, è attraversata dal ruscello Idro che sfocia nel suo favoloso porto. Le attività mercantili e artigianali già fiorirono nel periodo romano, sopratutto grazie alla presenza di una comunità ebraica, tanto da far divenire sempre più importante il suo porto, superando quello di Brindisi. E proprio il suo porto la fece accrescere di importanza durante il Medioevo, facendola divenire ponte tra Oriente e Occidente. Nella sua cattedrale, nel 1095 ci fu la benedizione ai dodicimila Crociati che. al comando del Principe Boemondo I d’ Altavilla, partivano per liberare e proteggere il Santo Sepolcro. Proprio San Francesco d’ Assisi, nel 1219, era approdato a Otranto dal ritorno dalla Terra Santa e fu accolto con grandi onori.

Nel 1480 arrivarono i Turchi, facendo strage della popolazione, celebrata come i Martiri idruntini. Inoltre, i Turchi devastarono il Monastero di San Nicola di Casole, dove c’era la biblioteca più importante d’ Europa, che faceva arrivare studenti da tutta l’ Europa. Pantaleone, autore del monumentale mosaico nella cattedrale.

Otranto ebbe una fase di calo nel 1600, per poi riprendersi nel 1700, fin quando nel 1800 circa ci fu la bonifica della campagna dei Laghi Alimini, altrimenti infetta da malaria.

Nel 1900 si vedono aumentare fenomeni emigratori verso l’estero, per la ricerca di posti di lavori da un lato e fino ai giorni nostri dall’altro assistiamo a sbarchi di profughi che fuggono dalla loro terra.

Il sud. Terra di popoli…terra di partenze e di arrivi…terra dei mari…dei venti… di torri, grotte, re danzanti…terra di passaggio, di accoglienza e di emigrazione. Questa è la mia terra…e c’è tanto da scrivere. Questo è il mio Sud…il Salento!


Italiahomestay, after a pleasant trip taken place in September the 6th, 2012, is pleased to present to his friends readers a brief historical overview, accompanied by beautiful photos of a beautiful town of Salento: Otranto.

Known as the Eastern most tip of Italy, where the Ionian Sea and the Adriatic Sea are separated, it is crossed by the  Hydro stream that feeds into the fabulous harbor. The merchant and craft activities already flourished in the Roman period, especially due to the presence of a Jewish community, so as to become more and more important its port, surpassing that of Brindisi. And its harbor made ​​the increase in importance during the Middle Ages, making it become a bridge between East and West. In his cathedral, in the 1095 there was a blessing to the twelve thousand Crusaders. The command of Prince Bohemond I d ‘Altavilla, set off to rescue and protect the Holy Sepulcher. Just San Francesco d ‘Assisi, in the 1219, had landed in Otranto by the return from the Holy Land, and he was received with great honor.

In the 1480 Turks came, slaughtering the population that is celebrated as Martyrs idruntini. Moreover, the Turks devastated the Monastery of San Nicola di Casole, where there was the most important library in Europe, which was to get students from all over Europe. Pantaleon, author of the monumental mosaic in the cathedral.

Otranto had a period of decline in the 1600, recovering in the 1700 until, in the 1800s, there was the reclamation of the Lakes Alimini campaign, infected with malaria.

In the 1900s, on the one hand, we see an emigration phenomena increase to other countries, to search for jobs , and on the other hand we see refugees fleeing their homeland.

The south. Land of the people … the land of departures and arrivals … land of the seas … the wind … the towers, caves, dancing king … a land of passage, host and emigration. This is my land … and there is so much to write. This is my … South Salento!

da italiahomestay, Villa Castelli (Brindisi), Puglia (Italia)

Little friends of italiahomestay house

Ciao a tutti da italiahomestay!

Italiahomestay è lieta di farvi conoscere i suoi piccoli amici, che saranno felici di potervi conoscere e ospitare nella nostra fantastica Villa Castelli.

Ciao, io mi chiamo Gustav…sono un piccolo pesce rosso e dimoro in una tipica ampolla chiamata “damigiana” posta nel giardino del trullo…

Italiahomestay is pleased to introduce you to its little friends, who will be happy to know you and welcome you in our fantastic Villa Castelli.

Hello, my name is Gustav … I am a small goldfish and I live in a typical bulb called “damigiana” placed in the garden of the trullo…

… e noi tanti altri piccoli pesciolini in un bell’acquario nell’appartamento della famiglia italiahomestay…

… and we are many small fishes in an aquarium in the apartment of the family italiahomestay …

Io sono Ruga, la tartaruga e vivo in una bella casetta sotto l’acquario!

I am Ruga, ( la tartaruga ) the turtle and I live in a nice house under the aquarium!

Ed infine ci sono io, Maya Luoise, la piccola Carlina che vi farà gli onori di casa italiahomestay, con il mio piccolo amico Ciccio Brigante ( qualche volta c’è, qualche volta no…lui vive a Roma con il fratello di Maria, ma il nostro è stato un amore a prima vista)!

And then there’s me, Maya Louise, the little Pug that will do the honors of italiahomestay’s house, with my little friend Ciccio Brigante ( sometime there is, sometimes not…he lives in Rome with Maria’s brother, but ours was a love at the first sight)!

Ciao e arrivederci!!!

Bye bye!!!

da italiahomestay, Villa Castelli (Brindisi), Puglia (Italia).