La Dolce Vita…in Germania!

Fontana-di-Trevi-Anita-Ekberg

Italiahomestay ha soggiornato brevemente in Germania e si è resa conto come l’Italia e la Germania non sono poi così lontane, come la lingua e la cultura italiana sono fondamentali per la vita di tutti i giorni! Ecco a voi un breve resoconto di questa meravigliosa esperienza.

Parole familiari come conto corrente, opera, affresco … tutte dalla lingua italiana .

Proprio come il gruppo Spliff canta : la maggior parte dei tedeschi sogna di andare in Italia.

La terra “dove fioriscono i limoni “ – come ha scritto il grande poeta Goethe .

Ormai è diventato proverbiale: la nostalgia per l’Italia dei Tedeschi! Loro amano l’Italia e, quindi, non è sorprendente che usano parole italiane.

Nel corso del tempo molte parole sono state prese dall’ italiano e oggi ci sono circa 600 di questi cosiddetti prestiti linguistici italiani. Dal professore di Linguistica Romanza presso l’Università di Colonia, Peter Blumenthal, si apprende che già dal Medioevo appaiono i primi prestiti, per poi arrivare al tredicesimo secolo con il settore bancario (banca, saldo, conto, per centro,bilancio, sconto…) e il diciannovesimo secolo per oggetti e istituti. Un altro settore in cui le parole italiane giocano un ruolo estremamente importante è la musica con il fiorire dell’opera italiana, tra il sedicesimo e il diciassettesimo secolo (opera, operetta, accordo, …). Inoltre, molti strumenti sono stati inventati in Italia nel periodo barocco o portati alla perfezione (violino, violoncello, viola e clavicembalo, che è il maggior rappresentate dell’Italia). Poi ci sono una serie di istruzioni per il tempo che sono migrate dall’ italiano in tedesco (ritmo, andante, allegro, adagio…). Anche gli influssi sull’architettura hanno portato molte parole in tedesco (pergola, loggia,…).

E’ possibile trovare un ristornate italiano ad ogni angolo di strada. La cucina italiana è una cucina che tutti possono permettersi: si può mangiare uno spuntino ma anche grandi cose (spaghetti con gamberi , tagliatelle con funghi porcini , penne all’ arrabbiata , gli spaghetti aglio, olio e peperoncino, …) perché c’è tanta varietà. Per non parlare dela pizza! E dei dessert (il gelato, il tiramisù…)!!! E come ogni pasto che si rispetti, alla fine ci vuole un buon caffè! Espresso è l’originale, ma c’è anche il cappuccino, il caffè macchiato, il latte macchiato…e così via fino al caffè corretto, cioè con l’aggiunta di superalcolici. Insomma, i Tedeschi ammirano lo stile di vita italiano , l’ hanno integrato nella propria cultura come stile da imitare tanto da essere diventato così familiare che quasi lo si percepisce come il proprio .

Dolce Vita è un sogno, uno stile di vita , per chi desidera vivere nel grande cielo blu dell’Italia. Ci salutiamo con il famoso saluto italiano “ciao”, perché siamo così vicinie che ci amiamo…ma così lontane – per il calcio!!!

Italiahomestay stayed briefly in Germany and she realized as Italy and Germany are not so far away, as the Italian language and culture are fundamental to the life of every day! Here is a quick guide to this wonderful experience .

Familiar words such as conto corrente, opera, affresco … all from the Italian language .

Just as the group Spliff sings : most of the Germans dreamed of going to Italy .

The land ” where the lemon trees bloom ” – as written by the great poet Goethe .

By now it has become proverbial : the nostalgia for Italy of the Germans ! They love Italy and, therefore, it is not surprising that they use Italian words.

Over time many words have been taken from Italian and today there are about 600 of these so called Italian loanwords . By professor of Romance Linguistics at the University of Cologne , Peter Blumenthal , we learn that since the Middle Ages first loans appear , and then get to the thirteenth century with the banking sector (banca, saldo, conto, per centro,bilancio, sconto… ) and the nineteenth century objects and institutions . Another area in which the Italian words play an extremely important role is the music with the flourish of Italian opera , from the sixteenth to the seventeenth century (opera, operetta, accordo, … ). In addition, many tools have been invented in Italy in the baroque period or brought to perfection (violino, violoncello, viola e clavicembalo, which is the most represented Italy). Then there are a set of instructions for the time you have migrated from Italian into German (ritmo, andante, allegro, adagio…) . Although the influences on architecture have led many words in German (pergola, loggia, …).

And it is possible to find an Italian restaurant at every street corner. The Italian kitchen is a kitchen that everyone can afford : you can eat a snack but also great things (spaghetti con gamberi , tagliatelle con funghi porcini , penne all’ arrabbiata , gli spaghetti aglio, olio e peperoncino,…) because there is so much variety . Not to mention pizza! And the dessert (il gelato, il tiramisù.. )! And like any self-respecting meal , at the end it takes a good coffee! Espresso is the original, but there is also cappuccino, latte macchiato … and so on until caffè corretto , that is, with the addition of spirits. So, Germans admire Italian way of life , they have integrated it into their own culture as a way to imitate it and this is the reason why it has become so familiar that it almost feels like your own.

Dolce Vita is a dream, a lifestyle for those who want to live in the big blue sky of Italy. We say goodbye with the famous Italian greeting “ciao”, because we are so nera and we love each other … but not – for football !

da italiahomestay, Villa Castelli (Brindisi), Puglia (Italia).

Annunci