Villa Kailia: when the passion and the respect let your dreams come true.

Intervista del mese:

Villa Kailia: quando la passione e il rispetto fa realizzare i propri sogni.

Stamattina Italiahomestay fa un break dai corsi di lingua e cultura italiana per incontrare Aldo, il proprietario del ristorante-pizzeria Villa Kailia a Ceglie Messapica.

Italiahomestay si immerge nei profumi della campagna cegliese e nei sapori dei piatti sapientemente preparati. Questo sembra essere il posto perfetto per rilassarsi e godere della gustosa cucina tipica pugliese.

Aldo ci aspetta con la sua famiglia, nella sala illuminata dalla luce del sole e circondata dalle vetrate che danno sull’incantevole giardino che circonda l’intera struttura.

Immagine

I: Ciao Aldo, ti ringrazio per aver ospitato Italiahomestay e aver concesso questa intervista!

A: Grazie a Italiahomestay, è un piacere immenso far conoscere le particolarità culinarie locali.

Immagine

I: Cosa puoi dire sulla tua esperienza per quanto riguarda il binomio “Ceglie Messapica – cibo”?

A: Da ristoratore cegliese, con orgoglio posso affermare di essere stato fortunato ad essere nato e cresciuto in questa terra che mi dà la possibilità di credere nella genuinità e qualità dei prodotti. È proprio su questo che si basa la mia filosofia di vita: è da questa terra che raccolgo la materia prima per i miei piatti.

Immagine

I: Qual è il segreto della tua cucina?

A: Il segreto di Villa Kailia è uno e uno solo: la passione. Se non c’è passione per quello che facciamo, non possiamo pensare di rispettare il cliente. Vedi, io ho tre bambine e faccio di tutto affinchè i bambini dei miei clienti mangino ciò che mangiano loro. Per questo il mio impegno è maggiore. E’ proprio tramite questo impegno che cerco di trasmettere alle mie figlie il rispetto per gli altri.

Immagine

I: Qual è l’ingrediente immancabile nella cucina di Villa Kailia?

A: Sicuramente l’olio che prendo direttamente da un frantoio di Bitritto, non solo perché è un frantoio storico ma anche perché la coltura dell’oliva viene direttamente dalla pianta; così posso scegliere la qualità amarognola, di colore verdone che uso per gli impasti.

I: Qual è il piatto che rappresenta la Puglia e l’estate?

A: Penso al piatto “melanzane, pomodorini e olio”, perché gli ingredienti sono freschi e il sapore non fa altro che far vivere il gusto della cucina mediterranea.

I: E qual è il piatto che ti rappresenta?

A: Beh, direi la pizza con l’impasto con i semi di sesamo, condita con verdure grigliate, rucola, e formaggio ricotta a scaglie. E’ una pizza perfetta per l’estate!

Immagine

I: Com’è la lievitazione del tuo impasto per la pizza?

A: La scelta della farina e del lievito è un passaggio fondamentale, perché scelgo gli ingredienti che fanno parte di me e delle mie giornate trascorse a fare del mio meglio per soddisfare le persone con la mia cucina. La farina che scelgo deve essere di ottima qualità e il grano deve essere di coltura biologica e macinato su pietra. Il lievito è quello madre perché andrà a far maturare l’impasto dopo circa tre giorni. Tutto questo, unito all’olio di oliva, porta al risultato di un impasto più digeribile, più fragrante e più gustoso.

Immagine

I: Cosa mi dici del rinomato “biscotto cegliese”?

A: E’ il marchio di Ceglie e ne sono fiero. Grazie al circuito gastronomico “Slow Food” che promuove il cibo buono e di qualità, il “biscotto cegliese” ha visto finalmente riconosciuta la sua unicità.

Immagine

I: Qual è stato il criterio per la scelta del tuo staff?

A: La fiducia. Siamo una squadra e questo è importante, perché condividiamo gli stessi valori e gli stessi ideali. Il requisito fondamentale è proprio questo per chi ha scelto di condividere con me questo cammino.

I: Vedo che la cucina è a vista e di rame rossa. Ci sono delle motivazioni particolari?

A: Il colore rosso del rame mi dà la sensazione del calore della famiglia e desidero che i miei clienti si sentano a loro agio; la cucina è a vista perché ho subito voluto renderla accessibile ai clienti che possono avere la possibilità di vedere con i loro occhi la preparazione dei cibi che mangiano.

I: A quando risale il tuo ingresso nel mondo della ristorazione?

A: A ben ventuno anni fa, quando aprì una pizzeria nel centro di Ceglie. Ma avevo capito fin da subito che in quel locale non avrei potuto esprimere me stesso appieno così, dopo molti sacrifici, finalmente sei mesi fa ho dato vita al mio sogno. Il punto fondamentale della mia scelta è che qui non entra la grande distribuzione, perché il mio obiettivo è servire piatti unicamente preparati con ingredienti genuini e freschi…il mio punto di forza è proprio questo.

Immagine

I: Villa Kailia offre anche altri servizi?

A: Siamo anche B&B, un’idea che è nata più di dieci anni fa, perché credo nel turismo e nelle potenzialità della mia terra.

Immagine

I: Va bene, Italiahomestay augura tanto successo a Villa Kailia e ti ringrazia.

A: Grazie a voi, è stato un piacere.

Immagine

Interview of the month

This morning Italiahomestay makes a break from its courses of Italian language and culture to meet Aldo, the owner of the restaurant-pizzeria Villa Kailia in Ceglie.

Italiahomestay is immersed in the scents of the countryside of Ceglie and in flavors of the dishes expertly prepared. This seems to be the perfect place to relax and enjoy the tasty cuisine of Puglia.

Aldo is waiting with his family in the room lit by sunlight and surrounded by windows overlooking the lovely garden that surrounds the building.

I: Hello Aldo, thank you for hosting Italiahomestay and having granted this interview!

A: Thanks to Italiahomestay, it is an immense pleasure to introduce the local culinary specialties.

I: What can you say about your experience with regard to the combination of “Ceglie – food”?

A: From cegliese restaurateur, I can say with pride that I am lucky to be born and raised in this country that gives me the ability to believe in the authenticity and quality of the products. It is precisely this that is based on my philosophy of life: it is from this land that I collect the raw material for my dishes.

I: What is the secret of your kitchen?

A: The secret of Villa Kailia is one and only one: passion. If there is no passion for what we do, we can not think of respecting the customer. You see, I have three daughters and I do everything so the children of my clients can eat what they eat. So my commitment is greater. It is just through this commitment that I try to teach to my daughters the respect for others.

I: What is the inevitable ingredient in the kitchen of Villa Kailia?

A: Definitely the oil that I take directly from a mill in Bitritto, not only because it is a mill town but also because it comes directly from the cultivation of the olive tree; so I can choose the quality of bitterness, dark green color that I use for the dough.

I: What is the dish that represents the Puglia and summer?

A: I think the dish “eggplant, tomatoes and olive oil,” because the ingredients are fresh and the flavor does nothing but to live the taste of Mediterranean cuisine.

I: And what is the dish that represents you?

A: Well, I would say the pizza dough with sesame seeds, served with grilled vegetables, arugula, and ricotta cheese flakes. It is the perfect pizza for summer!

I: How is the rising of your dough for the pizza?

A: The choice of the flour and the yeast is a critical step, because I choose ingredients that are part of me and of my days spent to do my best to meet people with my cooking. The flour that I choose must be of excellent quality and the grain must be milled with organic farming and on the stone. Yeast is the mother one because the dough will ripen after about three days. All this, combined with olive oil, leads to the result of a more digestible, more fragrant and tastier mixture.

I: What about the famous “cegliese cookie”?

A: It is the brand of Ceglie and I am proud. Thanks to the gastronomic circuit “Slow Food” that promotes good food and quality, the “cegliese cookie” saw finally recognized its uniqueness.

I: What was the criterion for the selection of your staff?

A: Confidence. We are a team and this is important, because we share the same values ​​and ideals. The basic requirement is just that for those who have chosen to share this journey with me.

I: I see that the kitchen is open to view and with red copper. Are there any particular reasons?

A: The red color of copper gives me the feeling of the warmth of the family and I want my clients to feel at ease; the kitchen is open so I just wanted to make it accessible to customers who may have the chance to see with their own eyes the preparation of the foods they eat.

I: When was your entry into the world of food?

A: Twenty-one years ago, when I opened a pizzeria in the center of Ceglie. But I early realized on that in that small space I could not express fully myself so, after many sacrifices, finally six months ago I gave birth to my dream. The key point here is that my choice does not enter the large retailers, because my goal is only to serve dishes prepared with fresh ingredients.

I: The Villa Kailia also offers other services?

A: We are also B&B, an idea that was born more than ten years ago, because I believe in tourism and in the potential of my land.

I: Okay, Italiahomestay wish much success to Villa Kailia and thanks you.

A: Thank you, it was a big pleasure.

da www.italiahomestay.com, Villa Castelli (Brindisi), Puglia (Italia).

Annunci