Discovering the ceramics of Grottaglie

Grottaglie è una città d’arte attiva fin dal Medioevo, la cui attività ceramica può essere fatta risalire all’ occupazione delle terre meridionali da parte dei Saraceni, che hanno influenzato la produzione anche nelle epoche successive.

Per secoli l’attività fu rivolta soprattutto alla produzione di oggetti di uso comune, per rispondere ad esigenze dei contadini, fino ad arrivare all’ Ottocento con l’apertura della Scuola d’Arte, che ha dato al territorio un grande impulso tecnologico e una produzione ceramica più prestigiosa.

Tra l’Ottocento e il Novecento molti artigiani hanno fondato laboratori in varie città italiane creando vere e proprie scuole.

20141121_121111_NEW

Diverse specializzazioni produttive sono sorte durante l’arco dei secoli, come “l’arte faenzana” e “l’arte capasonara”.

L’arte capasonara comprende:

– i “capasoni” (recipienti che potevano raggiungere fino a trecento litri di capacità in cui venivano conservati vino, olio e acqua);

– la “roba gialla” (contenitori per uso comune, come contenitori o brocche) colorata in giallo miele;

– la “roba rustica” (oggetti di uso domestico e contadino come le craste per il bucato) con una sola cottura, senza vernice, da qui il suo nome “rustica”, dimostrando il carattere fatturiero grossolano.

20141121_121349

Con arte faenzara, definita anche “roba bianca” si identifica la “roba fine” per precise funzioni, lavorata con maggior attenzione, anche con lo scopo esclusivamente decorativo (soprammobili, piastrelle decorate, servizi da portata).

20141121_121248_NEW

Generalmente, i motivi decorativi riprendono la Puglia e i suoi colori con le loro varie tonalità, come il verde, il blu, il giallo e il bianco, riprendendo anche figure come fiori, farfalle, alberi e frutta, ma non scarseggiando motivi mitologici.

20141121_121415_NEW20141121_121438_NEW

Un’altra produzione caratteristica della ceramica grottagliese sono i “pumi” e le “pupe”.

Le Pupe consistono in una bottiglia dalle sembianze di donna vestita in modo molto vistoso. Secondo la tradizione del tempo, tutte le fanciulle, per potersi sposare, dovevano passare la prima notte d’amore con il prepotente signorotto. Un giorno un contadino, per evitare alla propria promessa sposa tale oltraggio, studiò un ingenuo stratagemma e travestito da donna, si presentò al palazzo principesco in sostituzione della sposa, ma avendo dimenticato di tagliarsi i baffi, venne subito scoperto e immediatamente giustiziato. Così per ricordare quei tristi tempi, i ceramisti grottagliesi pensarono di realizzare questo tipo di “bambola”in ceramica.

I Pomi invece ricordano boccioli di fiori stilizzati. La base è forata per permettere di infilarli sopra gli appositi fermi metallici collocati alle estremità delle ringhiere di balconi. A Grottaglie, ancora oggi, la maggior parte delle case nella parte più antica del paese, sono caratterizzate da questo tipico ornamento che ha un valore simbolico molto diffuso e ancora vivo tra la gente. Il pomo, si dice, racchiude la magia della vita dentro il suo bocciolo, essendo quindi simbolo di buona fortuna e prosperità.

20141121_121455_NEW

Così, tra storia e leggenda noi ci lasciamo avvolgere dalla magia e dalla bellezza della ceramica grottagliese e dai motivi della nostra amata Puglia che arrivano anche in tutto il mondo, grazie alla bravura e alla fama dei nostri artigiani.

20141121_121518

Grottaglie is a active city of art since the Middle Ages, whose ceramic activity can be traced back to the occupation of the southern lands by the Saracens, who have influenced the production also in later periods.

For centuries, the activity was directed mainly to the production of everyday objects, to respond to the needs of farmers, until the nineteenth century with the opening of the School of Art, which gave the territory a big boost and a technological more prestigious ceramic production.

Between the nineteenth and twentieth centuries many artisans founded workshops in various Italian cities by creating real schools.

Different productive specializations have arisen during the span of centuries, as “faenzana art” and “capasonara art”.

The capasonara art includes:

– “capasoni” (containers that could reach up to three hundred liters capacity where they stored wine, oil and water);

– “yellow stuff” (containers for common use, such as containers or jugs) yellow honey colored;

– ” rustic stuff” (household objects like “craste” for laundry) with a single firing, no paint, hence its name “rustic”, demonstrating the coarse character.

With faenzara art, also called “white stuff” identifies the stuff for specific functions, more carefully worked, with the exclusively decorative aim (ornaments, decorated tiles, serving services).

Generally, the decorative motifs resume Puglia and its colors with their various shades, such as green, blue, yellow and white, taking also figures such as flowers, butterflies, trees and fruits, but not scarce mythological motifs.

Another characteristic production of grottagliese ceramics are the “pomi” and “pupe”. The “pupe” consist of a bottle resembling a woman dressed in a very eye-catching. According to the tradition, all the girls, to get married, they had to spend the first night with the bully squire. One day a farmer, to prevent such an outrage to his bride, he studied a naive stratagem and disguised as a woman, went to the palace in place of the bride, but having forgotten to shave off his mustache, was immediately discovered and immediately executed. So to remember those sad times, the potters thought to realize this type of “pupa” with ceramic.

The “pomi” remind stylized flower buds. The base is perforated to allow you to slide them over the cable clips metal placed at the ends of the balcony. In Grottaglie, even today, most of the houses in the oldest part of the country are characterized by this typical ornament that has a symbolic value widespread and still alive among the people. The pomo, it is isaid, contains the magic of life in it, being a symbol of good luck and prosperity.

So, between history and legend we let ourselves experience the magic and beauty of grottagliese ceramic and the motifs of our beloved Puglia that reaches the entire world, thanks to the skill and reputation of our craftsmen.

da www.italiahomestay.com, Villa Castelli (Brindisi), Puglia (Italia).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...